I social network sono strumenti di comunicazione potenti e incredibili alleati in grado di apportare enormi benefici ad un’attività. Se ti sei fatto attrarre dal titolo dell’articolo probabilmente lo sai e sei già presente su una piattaforma social ma nutri qualche dubbio sui risultati ottenuti. Ti sei mai chiesto se semplicemente non li stai sfruttando nel modo giusto?

Ora ti racconto una storia, chissà che non ti ritroverai in quello che stai per leggere.

Pochi giorni fa, durante una consulenza per la gestione marketing di una piccola attività, parlavo con un cliente per comprendere i suoi obiettivi futuri e come aiutarlo a raggiungerli. Ad un certo punto sono giunta alla domanda:

– Ha mai investito nei social media?

E come mi accade nel 70% dei casi la risposta che ho ricevuto, come una vera freccia dritta al cuore, è stata:

Sì, ma non mi è servito a niente!

(Ergo, con tanto di messaggio subliminale, che poi tanto subliminale non è: Non desidero investirci altri soldi)

Determinata nella mia missione di diffusione di questi strumenti, ho cercato quindi di capirne di più dalla persona che avevo davanti. La mia seconda domanda è stata:

– “Chi si occupa al momento della gestione dei social media per la sua attività?

La domanda è necessaria perché in pochissimi casi la gestione è portata avanti da parte un vero social media manager: mi capita di sentirlo una sola volta su circa quindici consulenze, poco più del 6% dei casi. In base alla risposta si può determinare se la comunicazione fatta per conto del cliente è stata fallimentare per la mancanza di competenze o di visione strategica del gestore dei canali social oppure se è necessario provare ad intraprendere nuove strade sulla base di un lavoro già ben strutturato.

Nella maggior parte dei casi, così come in quello che vi stavo raccontando, invece si tratta di:

  • Una persona interna all’ambiente famigliare che se ne occupa a tempo perso: il figlio, il famoso cugino (anche detto “cuggino”), il nipote, …
  • Il programmatore del tuo sito web, il grafico che ti crea la pubblicità cartacea e online o altre personalità legate al mondo del web;

Ho qualcosa contro queste figure? Assolutamente no, ci mancherebbe. Il vostro programmatore o il vostro grafico potrebbero avere anche una formazione o una lunga esperienza in marketing o in comunicazione. I giovani, invece, meglio di chiunque altro, conoscono il mondo social come le loro tasche. Tuttavia, prendere questo come unico presupposto sarebbe come dire che una persona che guarda sempre la TV è in grado di scrivere un programma o creare uno spot pubblicitario. La visione di queste figure, così come quella di chi non si occupa di social network a tempo pieno, è limitata alla sola punta di un iceberg di cui abbiamo parlato nell’articolo: “Cosa sta dietro il lavoro del Social Media Specialist?

La maggior parte delle persone pensa che la gestione di una pagina Facebook, un profilo Instagram o Twitter corrisponda ad una sola attività di scrittura e pubblicazione di immagini o video, e che la creatività mista all’originalità dei propri messaggi faccia la differenza. La creatività è molto importante per un social media manager, non lo metto in dubbio, ma questo è solo il 10% dell’iceberg.

 

 

Per sfruttare i social network affinché portino dei ritorni per il nostro business (in termini di aumento del valore, di maggiore visibilità, migliori volumi di vendita, …) non basta la conoscenza della punta dell’iceberg, dobbiamo conoscerlo tutto fino alle estreme profondità. Dobbiamo studiare le performance tramite gli strumenti di analisi, comprendere gli indici, capire su quali contenuti è meglio puntare e quali evitare, creare i contenuti pubblicitari più adatti ad un’attività, … e potrei andare avanti ancora per molte righe ma probabilmente vi annoierei.

I social network evolvono continuamente, più di qualsiasi altro strumento di comunicazione mai creato. Per sfruttarli al meglio ci vogliono tempo, dedizione e desiderio continuo di aggiornarsi.  Ora fermati a riflettere e poniti queste domande. Chi si occupa della gestione dei tuoi canali social:

  • Ti ha sottoposto una strategia prima di iniziare a gestirli?
  • Passa almeno un paio d’ore alla settimana a formarsi sulle novità di questi strumenti?
  • Conosce i trend del momento?
  • Ha una formazione in marketing o comunicazione?
  • Sa effettuare analisi sulle performance raggiunte dai tuoi canali per migliorare i tuoi contenuti social?

Se la tua risposta è no ad almeno due di queste domande, forse stai solo perdendo tempo e in molti casi anche denaro.

 

 

Utilizzare i social network senza un’adeguata formazione alle spalle o senza la comprensione dei meccanismi e delle dinamiche che muovono i contenuti nell’ambiente social è come trovarti davanti una bellissima e fiammante Ferrari con le chiavi inserite: ci sali, convinto che questo mezzo ti porterà dove desideri, poi ti accorgi che il motore non è stato installato. Esatto, solo carrozzeria. È vero, fa sembrare che da fuori sia tutto a posto e fa anch’essa la sua figura,  ma non ti porterà da nessuna parte.  Ricordati però che non esistono tattiche o trucchi per arrivare velocemente ai tuoi obiettivi. Sui social, come in tanti altri ambiti, ci vuole tempo e lavoro costante.

Ora sta a te decidere se cambiare la tua rotta oppure no. Il mio consiglio è:

  • Affidati ad un professionista per raggiungere i tuoi obiettivi e incrementare il tuo business senza perdere altro tempo;
  • Segui un corso di formazione o richiedi delle lezioni individuali e comprendi meglio il mondo dei social media. Quando avrai terminato sarai più consapevole sulle dinamiche di questo mondo e renderai più proficua la collaborazione con chi al momento si occupa dei tuoi canali.

Per qualsiasi domanda ricordati che puoi scriverci in fondo a questo articolo oppure contattarci tramite il form di contatto.

No comments so far.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Website Field Is Optional